Un passo dopo l’altro

Oltre l’avere, verso la conquista del proprio ben-essere.

Mi piace camminare e durante questa estate ho potuto fare delle bellissime passeggiate con alcuni miei allievi. Facevo una lezione di Consapevolezza Attraverso il Movimento e poi andavamo a camminare stando ancora nell’ascolto del corpo in movimento.

L’idea delle camminate con il Metodo Feldenkrais risale a molto tempo fa, come anche quella di fare Metodo Feldenkrais in mezzo alla natura e con la natura. Non a caso il nome del mio sito e del mio modo di fare Metodo Feldenkrais si chiama “Movimenti Naturali”. Pensavo all’iniziativa delle camminate e pensavo che il cammino dopo la lezione sarebbe stato un “cammino naturale”. Si parla tanto di movimenti naturali e di ritrovare un movimento più naturale, più in sintonia con il nostro essere. Bene, il cammino è proprio la funzione umana che più di tutte ci ricollega all’ambiente.

Il cammino è lento, il cammino è attento, il cammino è condivisione, è comunicazione.

Un passo dopo l’altro il cammino ci porta verso noi stessi, la nostra interiorità, i nostri bisogni, i limiti e il desiderio di superare questi limiti.

Il benessere economico può darci sicurezza e una certa serenità, ma sappiamo che questo non basta per essere felici. Per dare un senso alla nostra esistenza occorrono fattori diversi, valori universalmente riconosciuti: gli affetti, l’amore, la collaborazione. Siamo animali sociali: è di vitale importanza per noi la convivialità.
Basta con il mito della velocità, della forza, del raggiungere una meta a tutti i costi, su cui si basa la nostra cultura consumistica e competitiva. Se la dignità di essere umano è legata all’avere o no qualcosa, anche se si tratta di cosa molto importante come un lavoro, ci condanniamo da soli ad essere frustrati, depressi o pieni di rabbia.
Costruisci un passo dopo l’altro un nuovo percorso: metti al primo posto la conquista e la conservazione della salute e la tua vita cambierà.
“Starò bene quando avrò un lavoro, un po’ di soldi, una persona che mi vuole bene”: sono tutte frasi che spostano in là il problema senza andare al nocciolo della questione.
Il nostro benessere è la cosa più importante: la parola stessa rimanda allo stare bene così come siamo.
Passiamo molta parte della nostra vita andando da una preoccupazione all’altra e lo stress aumenta.
Nel qui e ora ansie e preoccupazioni svaniscono, si relativizzano. Nel qui e ora impariamo che pre-occuparci è una contraddizione in termini, perché è molto più funzionale “occuparsi” che “pre-occuparsi”.

“La consapevolezza di ognuno è uno spazio davvero ampio nel quale risiedere; non c’è momento in cui non sia un’alleata, un’amica, un santuario, un rifugio. E non è mai assente, solo che a volte è velata.” – Jon Kabat Zinn.

Il Metodo Feldenkrais e la Pratica del Rebirthing aiutano a sviluppare la consapevolezza di sé e dell’ambiente attraverso il respiro e il movimento.
Praticare vuol dire fare il primo passo, occuparsi di sé. E un passo dopo l’altro sarai in grado di costruire il tuo benessere fisico, l’equilibrio emotivo e la calma mentale.
Una vita sana e soddisfacente è una necessità reale, è la cosa più importante.

Nella pagina Eventi trovi tutte le mie iniziative e le prossime date della Camminate.


Post Your Thoughts

Join event