Camminare o correre è una naturale necessità dell’essere umano.

Abbiamo la necessità di muoverci, non siamo fatti per stare seduti come richiede la civiltà attuale. Camminare o correre è una naturale necessità dell’uomo. E se questa non viene soddisfatta ci saranno delle conseguenze negative, fisiche e mentali. Camminare o correre con tutto il corpo seguendo i principi del Metodo Feldenkrais facilita il movimento, elimina lo sforzo inutile e diventa piacevole e naturale. Questo processo si chiama Consapevolezza attraverso il Movimento e così è nata la Camminata consapevole che ti invito a provare.

La camminata consapevole si basa sul Metodo Feldenkrais.

camminate consapevoli di movimenti naturaliLa camminata consapevole è fatta con tutto il corpo, con tutte le articolazioni e soprattutto senza sforzo e sofferenza alcuna. Infatti è perfetta per chi vuole mantenersi in forma senza sottoporsi a sforzi estenuanti, visti i ritmi già stressanti della vita quotidiana. Dopo una giornata di lavoro è meglio un’attività fisica utile e piacevole. Quando finisci di lavorare e sei libero puoi camminare con noi il mercoledì pomeriggio. Se non puoi durante la settimana ti aspetto la domenica mattina per una lezione di Metodo Feldenkrais e per la consueta camminata consapevole. Infatti per noi questa camminata è diventata una piecevole e sana abitudine.

Immagina la sensazione di benessere generale e di buon umore che una camminata condivisa, in buona compagnia, può regalarti.

Camminare o correre consapevolmente è una pratica adatta a tutti. Prova.

Riscopri il piacere di camminare. Se hai smesso di correre perchè è faticoso o addirittura ti procura dolori alle articolazioni, alla schiena e altro, riprendi a camminare. Camminare è una pratica adatta a uomini e donne, giovani e meno giovani, pigri e sportivi.
In che cosa consiste la camminata consapevole? Due sono gli elementi principali che ti permettono di camminare o correre consapevolmente:

  1. la tecnica di movimento che prevede il coinvolgimento del centro e quindi del bacino. Questo ti permette di sfruttare al massimo la forza di gravità e di lasciare che le gambe seguano e non che siano il motore della camminata;
  2. l’attenzione a te stesso/a e all’ambiente attraverso la respirazione. Essere con il tuo respiro ti consente di rimanere collegato al tuo movimento e all’ambiente. Il respiro ti dà il ritmo, l’attenzione al respiro ti lascia nel silenzio. Quando sei nel silenzio è possibile l’ascolto profondo di sé ed emergono i suoni e i colori dell’ambiente. Senti l’altro, ti puoi sintonizzare sul suo passo; ti arriva il rumore dell’acqua o il canto degli uccelli; riesci a sentire il profumo dei fiori e della natura e vedi tutte le sfumature dei suoi colori. Perché questa è connessione, questa è armonia.

La camminata consapevole è piacevole, dinamica e rispetta i tuoi limiti invitandoti a scoprire le tue possibilità.


Post Your Thoughts

Join event